Finale: Skating Polly (USA) – Vulpynes (EIRE) #femalefrontedbandwc

Esplode la competizione nelle semifinali dei nostri Mondiali delle band femminili. Se ai quarti si sono registrati “match” con pochi voti (anche se in crescita), nelle semifinali le fanbase e gli ascoltatori comuni hanno tirato fuori gli artigli.

Tutto secondo programma nella prima “partita” con le Skating Polly che surclassano le australiane Valentiine portando gli U.S.A. in finale con il 79% delle preferenze(15 voti a 4).

sp2

 

Ma è la seconda semifinale quella delle grandi emozioni. Lo scontro tra le britanniche Hands Off Gretel (schiacciasassi ai quarti e con una potente fanbase) e le irlandesi Vulpynes è stato come un Rocky contro Drago o un’Italia-Germania 4-3. Le HOG overprodotte contro le Vulpynes molto garage (anche Davide contro Golia, volendo). Le Hands Off Gretel iniziano forte prendendo diversi voti di vantaggio, mentre dall’Irlanda arrivava pochi voti e uno sbagliato che sa di autogoal. Poi la chiamata alle armi dei supporter irlandesi tra condivisioni e tag, dall’Irlanda parte una sorta di guerra civile non proprio fantascientifica. Le Vulpynes raggiungono le HOG, le superano e allungano, una roba esaltante che io e la mia amica Giada abbiamo seguito online con un pathos che non vi dico, da buoni hikikomori. Nel finale dal Regno Unito un recupero un passo per volta, ma a vincere sono le Vulpynes per 67 a 50 (57% contro 43%, 117 voti totali) che dopo aver battuto dei “mostri” come Le Butcherettes e Hands Off Gretel sfideranno le Skating Polly nella finale di lunedì. Mentre le HOG meritano comunque una finalina che faremo domenica.

vulpynes2

Advertisements