101 Albums You Should Die Before You Hear Vol 1, recensione

FullSizeRender

Un po’ sì e un po’ no. 101 Albums You Should Die Before You Hear Vol 1, il libro fortemente voluto dal guru della critica musicale Everett True e nato dal web tramite la comunità Rejected Unknown dice tante verità, ma ha diversi punti deboli.

Da una parte il volume mette finalmente al loro posto gente come Jeff Buckley, i Coldplay, i Foo Fighters di Sonic Highways, i Green Day, i Nickelback, gli Oasis, i Radiohead, i Verve, gli U2 e la merda 2.0 tipo i Mumford & Sons, smitizza John Lennon e London Calling, si muove sicuro nello spiegare che tutta questa gente spaccia roba artefatta e senza anima, tiene in gran conto i valori di quel femminismo che ci ha regalato delle gran band; dall’altra è un pastiche troppo forzato tra haiku, flame su forum e social, vignette e classiche recensioni (a volte non editate a dovere e veramente logorroiche).

Everett True si è limitato a premere qualche tasto, dando la possibilità a tutti di contribuire scrivendo e questo purtroppo ha negato al libro il mordente che avrebbe potuto avere e, in alcune parti, l’ha reso noioso quasi quanto un disco degli U2.

Vorrei anche soffermarmi sul coraggio di questo libro: apprezzabile e condivisibile lo sforzo di metter dentro ad una lista di album-no tre lavori beatlesiani tra i quali gli intoccabili Abbey Road Sergeant Pepper’s (soprattutto perché la scelta è ben motivata), non condivisibile ma accettabile anche la bocciatura del doorsiano L.A. Woman, metter dentro In Utero dei Nirvana invece vuol dire cercare di strafare e dare uno schiaffone alla storia di Everett True, al sotto-testo del libro e a un altro miliardo di cose belle e pure che non vi sto ad elencare, forse qua il nostro guru avrebbe dovuto avere il coraggio di rifiutare questo insensato affronto; non è questione di gusti perché 101 Albums sbeffeggia anche America’s Sweetheart di Courtney Love che considero un buon lavoro, ma non mi metto a difenderlo.

Piccola curiosità: tra i contributor c’è anche Amber Bighorse (madre e matrigna delle due Skating Polly) che si dedica a distruggere Discovery dei Daft Punk.

Everett True comunque sta andando avanti con altri progetti che lo rimettono al centro della scena e sono sicuro che saranno illuminanti.

Ecco il link per acquistare 101 Albums You Should Die Before You Hear: 

https://www.paypal.me/JThackray (£12 – UK / £16 – EU / £20 – rest of the world)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s