Il grunge è morto? Non sull’Oceano Indiano – La scena grunge indonesiana in 10 + 2 video

grungeindonesia2

La Repubblica d’Indonesia risulta essere il Paese più popoloso a maggioranza musulmana (l’86,1% della popolazione è di fede islamica, stando al censimento del 2000), ma non è particolarmente interessata da forme di fondamentalismo. Negli ultimi 5-10 anni nello Stato asiatico-oceanico è letteralmente esploso il fenomeno grunge, le band che si sono formate sono decine. Se il grunge è morto in Europa sulle isole dell’Oceano Indiano sembra che goda di ottima salute. Gli integralisti islamici, si sa, non vedono di buon occhio il rock, evidentemente in Indonesia la Generazione X si trova a vivere in un contesto piuttosto tollerante.

Beh, ora non vi resta che ritagliarvi tre quarti d’ora e spararvi questa piccola selezione della scena grunge indonesiana; ogni tanto forse vi farete una risata, ma spesso rimarrete stupiti dalle capacità e dalla voglia di spaccare tutto di queste band.

10 PAPERCUTS ‘TEMPATKU’

Schiacciando play perdonerete l’inizio autoreferenziale. I Papercuts ci propinano una ‘Pennyroyal Tea’ in salsa curry con contorno di terribile slideshow.

9 NAVICULA ‘AKU BUKAN MESIN’

Dalla spiaggia di Bali ecco i Navicula, una delle band più seguite dai grunger indonesiani. Buone sonorità, ma voce un po’ troppo piatta. Qui potete iniziare a gustare un prodotto che non è assolutamente amatoriale.

8 MOTHERWISH ‘GRUNGE MALANG INDONESIA’

Passiamo al simpatico video dei Motherwish, anche loro sono un po’ piattini, ma degni di nota.

7 PAPACHI ‘BORNEOKU’

Se amate i documentari l’intro di questo video vi farà ammirare le bellezze del Borneo con tanto di inutili didascalie (a meno che non mastichiate l’indonesiano). Interessante il crossover tra le sonorità tradizionali dell’Indonesia e il sound di Seattle.

6 DEPRESI DEMON ‘VALIUM’

Giuro che non riesco a capire se cantano nella loro lingua o in inglese, mi sembra di aver capito ‘someone’ e ‘you’ ma forse sono bestemmie in indonesiano. Fuori dalla top five a causa del poster di Marilyn Manson.

5 BESOK BUBAR ‘BESOK MATI’

Qua si inizia a fare sul serio, ditemi se questo terzetto capitanato dal bravo cantante-bassista non vi fa venire voglia di pogare duro almeno un po’.

4 NEGATIVE ‘RACUNI MUSIK NEGRI’

Duo voce-chitarra e batteria. Il video ci fa fare una corsa per una tipica strada indonesiana. Geniale la scelta del nome: come vedete dalla maglietta del batterista Atha evidentemente scelto per reperire facilmente del merchandise.

3 THE BOLONG ‘CUMA JANJI’

Sul gradino più basso del podio troviamo i Bolong, gruppo tirato e incazzoso. Nel video un fan invasato dei Nirvana si sveglia tardi e deve correre al lavoro, le strade indonesiane questa volta le vediamo da una telecamera montata su una motoretta.

2 COCOX IWAX ENDOX ‘PHONE SEX’

Questi son dei fighi davvero. Strofe noisissime e improvvisa esplosione con tanto di notevole estensione vocale nella parte urlata. Video super-amatoriale e ironico, peccato non coglierne tutte le sfumature a causa delle barriere linguistiche. Vi prego di ignorare i suggerimenti di Youtube sulla destra.

1 CUPUMANIK ‘GRUNGE HARGA MATI’

I Cupumanik conquistano di diritto la prima posizione in classifica. Questa band è infatti famosissima in Indonesia e conosciuta anche da qualche cultore del grunge sparso per il mondo, fatele voi 197 mila visualizzazioni da Giacarta!

MENZIONI SPECIALI:

Dopo avervi stupito vi facciamo fare un paio di risate.

DRUNK POLLY ‘LOVE BUZZ’

Avvertenza: quella che sentirete potrebbe essere la peggior cover (di una cover) della storia.

THE SICKILL ‘SMELLS LIKE TEEN SPIRIT’

Che ne dite invece di questa rilettura di ‘Teen Spirit’? Ciao!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s